domenica 22 novembre 2020

 RECENSIONE DI RAFFAELE CATALANO - fine letterato nipote di EA Mario

Yvonne Carbonaro ha scritto un importante libro "Scelse la libertà" sulle vicende umane e politiche del padre Biagio che fu un militante attivo della lotta contro il fascismo ed il nazismo negli anni oscuri dell'apparente trionfo di queste dittature.
Nato a Tunisi da genitori siciliani Biagio Carbonaro partecipò alla guerra civile spagnola dalla parte dei repubblicani che si opponevano ai falangisti capeggiati da Francesco Franco e sostenuti da Hitler e Mussolini. È molto significativa la decisione di schierarsi con gli anarchici che in Spagna negli anni 1936-1939 si opponevano non solo al totalitarismo di destra ma anche allo stalinismo sovietico.
Idealista ma anche dotato di realismo politico durante la seconda guerra mondiale accettò di combattere con i servizi segreti americani per liberare l'Italia.
Gli Stati Uniti di Franklin Delano Roosevelt erano negli anni trenta e quaranta l'arsenale della democrazia ed i difensori di una libertà possibile.
L'amara esperienza del dopoguerra e l'uso spregiudicato del potere da parte dei vincitori lo indussero ad una testimonianza di resistenza morale a tutte le forme di corruzione e di opportunismo politico.