lunedì 12 aprile 2021





i miei articoli di marzo e di aprile 2021 su www.albatrosmagazine.net
 

giovedì 4 febbraio 2021


 Il mio articolo di febbraio su www.albatrosmagazien.net

mercoledì 30 dicembre 2020

Quando nel 2018 ho scritto il libro "Il Cibo racconta Napoli - L'alimentazione dei napoletani attraverso i secoli", nel primo capitolo, parlando di come si mangiava dalle nostre parti al tempo dei Romani e quindi a Pompei, ha fatto riferimento al cibo di strada che era molto diffuso tra la gente povera che in casa non aveva la cucina e ho descritto il Thermopolium di Vitutius Placidus che avevo visitato e che mi sembrava bellissimo. Ora dalla Regio V stanno venendo fuori cose meravigliose. Mi sono emozionata e sono rimasta senza fiato vedendo il Thermopolium con il banco di mescita a forma di Z con i contenitori dei cibi da analizzare e scoprire i piatti del giorno di quel momento. E quegli affreschi in perfetto stato di conservazione con il gallo, le anatre, il cane: da restare senza parola! E dire che fino a due anni fa camminando tra gli scavi si ci fermava al limite della Regio V, dove un muro di lapilli solidificati nascondeva la parte non scavata, quella da cui ogni giorno viene fuori qualche incredibile novità.















 

martedì 15 dicembre 2020

Il mio articolo su www.albatrosmagazine.net di dicembre '20 e gennaio '21

 

domenica 22 novembre 2020

 RECENSIONE DI RAFFAELE CATALANO - fine letterato nipote di EA Mario

Yvonne Carbonaro ha scritto un importante libro "Scelse la libertà" sulle vicende umane e politiche del padre Biagio che fu un militante attivo della lotta contro il fascismo ed il nazismo negli anni oscuri dell'apparente trionfo di queste dittature.
Nato a Tunisi da genitori siciliani Biagio Carbonaro partecipò alla guerra civile spagnola dalla parte dei repubblicani che si opponevano ai falangisti capeggiati da Francesco Franco e sostenuti da Hitler e Mussolini. È molto significativa la decisione di schierarsi con gli anarchici che in Spagna negli anni 1936-1939 si opponevano non solo al totalitarismo di destra ma anche allo stalinismo sovietico.
Idealista ma anche dotato di realismo politico durante la seconda guerra mondiale accettò di combattere con i servizi segreti americani per liberare l'Italia.
Gli Stati Uniti di Franklin Delano Roosevelt erano negli anni trenta e quaranta l'arsenale della democrazia ed i difensori di una libertà possibile.
L'amara esperienza del dopoguerra e l'uso spregiudicato del potere da parte dei vincitori lo indussero ad una testimonianza di resistenza morale a tutte le forme di corruzione e di opportunismo politico.


mercoledì 18 novembre 2020

il mio articolo di novembre su www.albatrosmagazine.net
 

venerdì 6 novembre 2020

articolo su www.alabatros.net di ottobre 2020